mercoledì 24 febbraio 2016

Explosion box "C'era una volta ..."

Vi è mai capitato di parlare con qualcuno, di vederlo muovere la bocca, sentire la sua voce, ma pensare ad altro? A me "a volte" capita...e quando dico "a volte" intendo dire "a volte spesso"! Sarà un problema di concentrazione o di discorsi poco interessanti, ma, in particolari situazioni, mi ritrovo letteralmente con la testa fra le nuvole e mille pensieri che mi ronzano attorno come mosche fastidiose! Quando finalmente questi ronzii spariscono, mi ritrovo davanti la persona con la quale sto parlando che mi guarda, mi osserva...a quel punto mi domando: "Aspetterà che risponda qualcosa?...avrà capito che non ho seguito nulla di quello che ha detto finora?" Ops :O!!!!! La maggior parte delle volte devio il discorso su altro, mi invento "asini che volano" e, quando non so come uscirne, confesso di essermi distratta e faccio ripetere tutto da capo! :P

La mia distrazione principale è la ricerca continua di idee, ispirazioni, di "qualcosa" che mi lasci emozionare, sognare, che mi faccia vivere una favola. Quando alla fine trovo l'idea giusta provo a trasformarla in realtà, attraverso la carta. Ed è quello che mi è capitato quando ho deciso di realizzare questa scatola explosion box...volevo che contenesse oltre tante foto anche una storia da raccontare, una favola a lieto fine, come quelle che piacciono a me.











La mia storia comincia così....

"C'era una volta, non tanto tempo fa, una ragazza dall'animo gentile, che viveva, con i suoi genitori, in una casa nel bosco. Amava vivere lì, perché ogni giorno poteva camminare tra gli alberi ed incontrare i suoi amici animali. Un giorno, passeggiando vicino al ruscello, trovò una piccola scatola, nascosta tra alcuni fiori e delle farfalle.








"Qualcuno l'avrà smarrita", pensò la fanciulla. Aprì la piccola scatola ed al suo interno vi trovò un ranocchio, con tanto di corona in testa e un bel fiocco azzurro attorno al collo.









La fanciulla sbalordita chiese al ranocchio "Ehhh tu, chi sei?" Il ranocchio spiegò alla fanciulla che una strega cattiva, con un incantesimo malvagio, lo aveva trasformato in rana e soltanto il bacio di una fanciulla dall'animo gentile avrebbe potuto spezzare quell'incantesimo. Il ranocchio implorò l'aiuto della fanciulla e le chiese timidamente un bacio. La fanciulla dispiaciuta per la triste sorte capitata al ranocchio, decise di aiutarlo...e lo baciò. Di colpo un bagliore e il ranocchio si tramutò in un giovane e bellissimo principe. La fanciulla e il principe si innamorarono a prima vista. Il principe portò la fanciulla con sé al suo castello e poco dopo si sposarono...e vissero per sempre felici e contenti!" Fine della storia!






























Per ciascuno di noi esiste una piccola scatola magica, nascosta da qualche parte, a volte non riusciamo a vederla ma è proprio lì, vicino a noi, basta guardare meglio... a volte è più difficile da trovare...ma quando la trovate, tenetela stretta tra le mani e preparatevi a vivere il vostro sogno!










3 commenti:

  1. Bellissima storia e bellissima scatola sarà splendida completata con le foto di una storia reale accanto!

    RispondiElimina
  2. hey simo ma quanta bellezza nel tuo blog, ho scorso un pò tra i post e mi sono soffermata a leggere questo.... ne sono rimasta estasiata. Dalla fattura della ranocchia devo arguire che sei una plotter adict, o mi sbaglio? un abbraccio e alla prossima.
    ps. mi sono accomodata tra i tuoi follower io sostengo i blog!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonella! Ne sono onorata! Si ho una plotter da taglio, per quanto mi piacerebbe saperla usare meglio per arricchire i miei progetti.

      Elimina